Archivi categoria: didattica a scuola

Suoniamo con gli oggetti – 2 video spartiti facili

Quando non  abbiamo lo strumento musicale utilizziamo a scuola per l’ora di musica il nostro corpo ed oggetti di uso comune.

Troverai nel primo brano proposto dei momenti in cui si suona e dei momenti in cui bisognerà fare delle “pause”.

Associamo la percussione o lo strofinamento  di particolari oggetti sia alle note che alle pause.

Qui ti spiego come iniziare in maniera semplice e divertente per te e per i tuoi piccoli allievi della primaria (ma anche dell’infanzia).

Innanzitutto spieghiamo che la musica è composta di due elementi fondamenti: il ritmo e la melodia.

Le note, per il momento, durano tutte UN BATTITO in una sequenza ordinata di pulsazioni.

Vediamo come…

Nell’immagine qui sotto trovi  la figura musicale della nota che dura “un battito” e la figura della pausa che dura “un battito” ( in maniera semplice codifichiamo la pausa come una “zeta” affusolata con una “c” sotto)

Continua a leggere

Musica ed emozioni – proposte ascolto attivo

La musica rievoca i ricordi e questi, a loro volta evocano le emozioni.

Sono i ricordi più che la musica, a suscitare l’emozione.

Di tutte le arti la musica è quella più capace di evocare emozioni.

Che sia gioia, commozione, serenità, eccitamento, malinconia, nessuna emozione è assente dalla tavolozza della musica e non vi è nessuno Continua a leggere

progetto metallofono note a colori – musica in estate

Ecco il progetto musicale da svolgere con i nostri piccoli allievi della scuola primaria in estate in un centro estivo o per un progetto .

La nostra proposta è molto originale e divertente perché prevede lo studio della musica con l’aiuto dello  strumento musicale Metallofono, semplice ed economico da acquistare!

Attraverso il metodo didattico “Metallofono – Note a Colori” riusciremo a coinvolgere i nostri piccoli allievi  in un percorso musicale innovativo,  gratificante divertente .

Qui ti spiego passo passo come procedere….
Continua a leggere

Suoniamo anche senza strumento: 3 video spartiti facili


Se a scuola non abbiamo la possibilità di utilizzare uno strumento musicale didattico utilizziamo per l’ora di musica il nostro corpo ed oggetti di uso comune. Qui ti spiego come iniziare con un’esperienza molto pratica e diretta!

Innanzitutto spieghiamo che la musica è composta di due elementi fondamenti: il ritmo e la melodia.

Le note, per il momento, durano tutte UN BATTITO in una sequenza ordinata di pulsazioni.

Troverai nel primo brano proposto dei momenti in cui si suona e dei momenti in cui bisognerà fare delle “pause”.

Le pause avranno la stessa durata delle note e quindi per iniziare imposteremo la contrapposizione di questi due semplici figure musicali in una scansione ordinata sul nostro ritmo proposto.

Vediamo come…

Nell’immagine qui sotto noterai la figura musicale della nota che dura “un battito” e la figura della pausa che dura “un battito” ( ci piace disegnarla come una “zeta” affusolata con una “c” sotto)

Continua a leggere

Ritmo e movimento

Vediamo come presentare il ritmo attraverso l’esecuzione di azioni che scandiscono la misura musicale.

Si può iniziare utilizzando gli stessi nomi dei bambini (Marco, Anna, Giuseppe, …) che vengono pronunciati e sottolineati con il battito delle mani.

Successivamente vengono evidenziati anche gli accenti: accento forte per il battito sul palmo della mano, accento debole per il battito sul polso. Es: Mar-co = battito sul palmo + battito sul polso. Questa attività porta il bambino a prendere coscienza della differenza di intensità tra un colpo forte e un colpo debole (piano).

Continua a leggere

Ritmo e movimento a scuola con un brano facile

E se non abbiamo lo strumento musicale? Ecco una bellissima attività pratica da realizzare subito a scuola utilizzando semplici oggetti e materiali di riciclo.

Vediamo come fare… Continua a leggere

Con un paio di barattoli, un tubo di cartone ed un battente

E se non abbiamo lo strumento musicale a scuola? Ecco un modo semplice per costruire una base ritmica con la percussione di oggetti di uso comune.

Il movimento è una componente fondamentale della musica ed attraverso la scansione delle pulsazioni riusciremo a creare cellule ritmiche semplici e complesse.

In questo semplice brano, composto da 3 note ed una pausa, useremo per suonare i seguenti oggetti:

  • Bicchiere di plastica rigida
  • Barattolo di latta
  • Barattolo di vetro
  • Rotolino di cartone ( con all’interno della pasta e del riso, maracas autocostruito)

Le note presenti nel brano sono 3: do, mi, sol e pausa da un battito.

Ad ogni nota associamo la percussione di un oggetto proposto…

Ecco il risultato:

Provaci anche tu con i tuoi piccoli allievi… sarà molto divertente!

E poi, qui sotto, raccontaci com’è andata!

Ecco il brano da scaricare per suonare subito (si ingrandisce e si scarica)

Buon lavoro con la musica a scuola!

maestro Alessandro Di Millo

ps. Dai uno sguardo al prossimo corso di formazione online STRATEGIE PER LA MUSICA SCUOLA  –

Piattaforma>>>Metodi note a colori

notazione per bambini : suoniamo l’inno alla gioia

alessandro di milloVi presento una lezione di musica con i bambini della primaria con un famosissimo brano : l’inno alla gioia di L.V. Beethoven tratto dall’ultimo movimento della sua IX sinfonia. Come notate nella figura non ho utilizzato il pentagramma standard ma il nostro BIGRAMMA semplificato per una perfetta notazione musicale  a misura di bambino!

Un pò di storia: il pentragramma  o rigo musicale è composto da 5 linee parallele e 4 spazi che si trovano tra le linee: le note musicali si scrivono negli spazi e  sulle righe. Possono essere scritte anche Continua a leggere

Ascoltiamo ed analizziamo SUL BEL DANUBIO BLU, celebre valzer

La musica classica è in assoluto di tutte le forme musicali la più evocativa, non spiega, non descrive, ma lascia immaginare.

Oggi proviamo a fuggire con la nostra immaginazione con  l’ascolto del celebre Valzer  SUL BEL DANUBIO BLU , Op.314 : è il valzer più ballato e famoso al mondo!

Johann Strauss figlio fu compositore e direttore d’orchestra viennese del 19° secolo, noto come il re del valzer, vede legata la sua fama alla copiosa produzione di musica da ballo.

La sua musica  è effervescente e raffinata, estrema manifestazione di gioia di vivere e spensieratezza.  Qui il video : Continua a leggere