Un sorriso per Babbo Natale



La storia è ambientata ad Anemone, paese dei fiorellini. La Dalia arcobaleno, fiore prezioso, perdeva tutti i suoi colori e le comunità di fiorellini che vivevano in paese facevano la guerra accusandosi a vicenda …

I bambini erano davvero preoccupati per questa situazione perché non riuscivano a spedire le loro letterine a Babbo Natale…

Ma alla fine babbo Natale trovò una soluzione… e che soluzione!!! Buon
divertimento e buona visione !

Qui trovi il VIDEO-RACCONTO, il testo e le immagini da scaricare per poter fare dei lavoretti originali con i tuoi piccoli allievi!

Racconto.

Un sorriso per Babbo Natale

C’era una volta Babbo Natale che, dopo un lungo riposo estivo, si preparava a ricevere tutti i nuovi ordini dei bambini che vivevano nel paese dei fiorellini.  Questo era un luogo molto speciale, quasi magico, che si chiamava Anemone…

Ma questa volta Babbo Natale era molto preoccupato per il suo viaggio perché stava succedendo qualcosa di terribile…

Ad Anemone vivevano due comunità: i Grandi Tulipani e le Bocche di Leone. Insieme coltivavano il fiore più colorato del pianeta, la Dalia Arcobaleno. I suoi colori illuminavano e riscaldavano le case degli abitanti ma a causa della forte siccità il fiore iniziò a perdere tutti i suoi colori e diventò in breve tempo completamente nero.

Le due comunità che vivevano e lavoravano in paese litigarono tra loro accusandosi a vicenda della perdita dei colori della Dalia Arcobaleno e scatenarono una violenta guerra che portò in breve tempo distruzione e rovina.

Babbo Natale, osservando quello che stava succedendo alla Dalia Arcobaleno, era molto turbato perché, a causa della guerra tra la comunità dei Grandi Tulipani e quella delle Bocche di Leone, i ponti delle strade che conducevano al paese erano stati distrutti dai continui combattimenti e bombardamenti.

I fiorellini fattorini erano bloccati in paese e non riuscivano a spedire le letterine dei bambini. Avevano dei grossi sacchi che dovevano essere urgentemente recapitati al centro postale.

Natale ormai era quasi arrivato ed i bambini rischiavano, per la prima volta, di non ricevere proprio nulla.

Un fiorellino coraggioso che si chiamava Ortensia però riuscì a saltare da un ponticello pericolante e, con in mano la sua lettera speciale indirizzata a Babbo Natale, riuscì a raggiungere il primo centro postale.

E finalmente la letterina partì ed in pochissimo tempo arrivò a destinazione, a casa di Babbo Natale.

Ortensia aveva scritto:

“Caro Babbo Natale quest’anno non riusciremo a spedirti le nostre letterine perché gli abitanti del nostro paese Anemone litigano e fanno la guerra per la perdita dei colori della Dalia Arcobaleno. I Bocca di Leone accusano i grandi Tulipani di aver rubato i colori della Dalia Arcobaleno ed i Grandi Tulipani accusano i Bocca di Leone. In realtà la colpa è di entrambi per la perdita dei colori della Dalia Arcobaleno. I colori sono andati via a causa della siccità. E questa è dovuta al troppo sfruttamento delle risorse naturali, allo spreco dell’acqua, all’utilizzo di fertilizzanti nocivi ed inquinamento delle tante fabbriche che estraggono i colori della Dalia Arcobaleno solo per i loro interessi.”

E così Babbo Natale decise di intervenire…

Per risolvere il problema c’era bisogno solo di un ingrediente speciale, il rispetto per l’ambiente.

Fu così che, in brevissimo tempo, spedì nel paese di Anemone il fiorellino Rosa Rispetto per recapitare a tutti gli abitanti un messaggio speciale di pace.

“Cari abitanti di Anemone, Grandi Tulipani e Bocche di Leone, se continuate a fare la guerra i vostri fiorellini non potranno spedire le loro letterine per Babbo Natale e per la prima volta non riceveranno nulla a Natale. E così anche il fiore Dalia Arcobaleno morirà per sempre.”

“I vostri bambini vi chiedono la pace ed è l’unica soluzione per recuperare i colori della Dalia Arcobaleno.

Se avrete cura e rispetto dell’ambiente i colori pian piano torneranno e così potrete nuovamente riscaldare le vostre case, illuminare il vostro paese e proteggere i vostri fiorellini.”

Fu così che i Grandi Tulipani e Bocche di Leone decisero di fare la pace grazie al messaggio di Rosa Rispetto per il bene dei loro bambini.

Nel paese Anemone finalmente si respirava aria di pace e così partirono tutte le lettere destinate a casa di Babbo Natale.

Il 25 dicembre Babbo Natale arrivò a destinazione con la sua slitta con a bordo tutti i regali per i fiorellini di Anemone e volle incontrare il coraggioso fiorellino Ortensia che era riuscito a spedire la prima lettera saltando dal ponticello pericolante.

Il fiorellino Ortensia fu felice di avere incontrato personalmente Babbo Natale e per ringraziarlo di tutti i regali destinati ai fiorellini di Anemone gli chiese:

“Caro Babbo Natale, vorremmo farti noi un regalo per ringraziarti dei tuoi doni: cosa vorresti ricevere oggi a Natale?”

Babbo Natale ci pensò un solo minuto e rispose:

“Il vostro sorriso è per me il regalo più grande”

Ecco la VIDEO-STORIA , sul mio canale Youtube maestro Alessandro Di Millo   al quale ti invito ad iscriverti per rimanere sempre aggiornato e ricevere i nuovi contenuti

Un sorriso per Babbo Natale video storia per bambini

Ti è piaciuta? Ed ai tuoi piccoli allievi?

 Ecco i materiali del video… così, con un pò di fantasia, potrai far disegnare i vari personaggi che ci sono nel racconto!

Buon lavoro con la musica a scuola

dai un’occhiata ai metodi>>> digitali per fare musica a scuola

Alessandro Di Millo

Facebook Comments Box

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *