Giornata della memoria. Suoniamo Gam Gam: brano facile con metallofono e strumenti a percussione

In occasione della giornata della memoria iniziamo a studiare e suonare il celebre brano Gam Gam.


 

Qui troverai lo spartito da scaricare, la spiegazione e dei video-spartiti che vi aiuteranno nell’attività didattica.

Innanzitutto il brano, pur rispettando i temi A e B, è stato molto semplificato per essere suonato anche con i metallofoni diatonici ad 8 note.

Suoniamo il brano con il nostro metallofono diatonico 741 ad 11 note oppure mod 740 ad 8 note. (Trovi i modelli di metallofono in questa pagina )

Ecco i colori che utilizziamo:

Ecco lo spartito da scaricare con le nostre note colorate ( se clicchi sullo spartito, si ingrandisce 😉 )

Aggiungiamo alla nostra esecuzione anche l’accompagnamento ritmico.

Abbiamo affidato l’esecuzione a 4 gruppi di strumenti : tamburi, legnetti, tamburi a sonagli e triangoli

Qui lo spartito per la sezione delle percussioni. E’ molto semplice, non ti resta che provare!

Se hai il metodo >>> completo metallofono note a colori , trovi i nuovi contenuti nell’area dedicata VIDEO-SPARTITI EXTRA METODI NOTE A COLORI. Accedi alla tua area riservata e trovi direttamente i nuovi video-spartiti in tempi progressivi d’esecuzione.

Qui hai la base C, tempo 100

E qui la iniziamo a studiare con i nostri piccoli allievi…

Buon divertimento con la musica a scuola

maestro Alessandro Di Millo

dai un’occhiata ai >>> metodi note a colori

Se l’articolo ti è piaciuto condividi e lasciami un commento nel box qui sotto!

ps . Seguimi sul mio nuovo canale ufficiale instagram 😉  @alessandro_dimillo

Notizie da wiki : Gam Gam è una canzone scritta da Elie Botbol che riprende il quarto versetto del testo ebraico del Salmo 23.

La canzone è diventata anche un simbolo, uno degli “inni” più toccanti dell’Olocausto che riguardò più di un milione e mezzo di bambini uccisi dai nazisti, cantata da scolaresche nel Giorno della Memoria .

La canzone fa parte della colonna sonora del film Jona che visse nella balena di Roberto Faenza. Nella pellicola il canto viene insegnato dalla maestra a Jona e agli altri bambini nel lager.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *