Un nuovo metodo didattico: lezione n.1 con le note colorate

Share

La notazione delle note sul pentagramma è solitamente un argomento molto complesso da trattare con i bambini ma grazie all’uso dei colori possiamo rendere l’argomento davvero semplice e divertente se usiamo, al posto dei tradizionali pallini neri, dei pallini colorati prendendo spunto dai colori standard di un qualsiasi metallofono ad uso dei bambini della scuola dell’infanzia e primaria. Fino a qualche tempo Continua a leggere

lezione n.3 con le note colorate – dal do al sol

Share

Continuiamo l’appuntamento con la spiegazione delle note colorate, aggiungendo  un’altra nota alla nostra scala, il Sol. Come già spiegato (la prima lezione la trovate in questo link, la seconda lezione in questo link), fino a qualche tempo fa si insegnavano a memoria le note disposte sulle righe e negli spazi del pentagramma; oggi, grazie alle nuove tecniche di insegnamento si preferisce illustrare le note in maniera consecutiva (gradi congiunti) per riuscire sin dal primo approccio a mettere in pratica le note imparate. Con il brano n.5  “Sol-do”   tratto dal metodo “Metallofono, note a colori” abbiamo completato le prime cinque note della scala musicale:

Ci aiutiamo sempre con i colori del nostro Metallofono:

  • Do = blu
  • Re = celeste
  • Mi = verde
  • Fa = giallo
  • Sol = arancione

La durata dei suoni è Continua a leggere

Le note musicali sul flauto dolce

Share

Le note sul pentagramma e le posizioni sul flauto dolce

La scrittura della musica si basa sulla combinazione di due sistemi: il pentagramma, che permette la notazione dell’altezza ed il complesso dei valori musicali, i simboli che si usano per indicare suoni e pause di diversa durata.
Impara a riconoscere rapidamente questi suoni, che utilizzeremo nel nostro corso. Continua a leggere

notazione per bambini : suoniamo l’inno alla gioia

Share

alessandro di milloVi presento una lezione di musica con i bambini della primaria con un famosissimo brano : l’inno alla gioia di L.V. Beethoven tratto dal’ultimo movimento della sua IX sinfonia. Come notate nella figura non ho utilizzato il pentagramma standard ma il nostro BIGRAMMA semplificato per una perfetta notazione musicale  a misura di bambino!

Un pò di storia: il pentragramma  o rigo musicale è composto da 5 linee parallele e 4 spazi che si trovano tra le linee: le note musicali si scrivono negli spazi e  sulle righe. Possono essere scritte anche Continua a leggere

Scheda didattica: notazione ed esercizio per la durata dei suoni

Share
durate dei suoni

durate dei suoni

Per stabilire la durata delle note musicali vengono utilizzati degli accorgimenti grafici che le rappresentano in maniera convenzionale.  Vedremo che all’interno delle canzoni ci  saranno anche dei momenti in cui non bisognerà suonare, ma semplicemente stare in silenzio ed aspettare la nota successiva. Questi momenti di silenzio in musica si chiamano “pause” e come le note musicali hanno una precisa notazione in base alla durata del silenzio. Continua a leggere

Tre note sul rigo musicale – prima lezione

Share
disegno del metallofono

disegno del metallofono fatto da Chiara

Dopo aver fatto vedere lo strumentino musicale Metallofono,  (trovi la sua prima lezione>>> Qui)  oggi la maestra Lucrezia  ha presentato ai suoi piccoli allievi le prime note musicali.  Dopo averle fatte ascoltare con il Metallofono , ha fatto subito un gioco musicale con le prime tre note, il Do, il Re ed il Mi. Ha fatto chiudere gli occhi agli alunni e mentre la maestra suonava una nota loro indovinavano se appunto la nota eseguita era un Do, un Re o un Mi. Continua a leggere

Attività creativa a scuola: con il riciclo dei rifiuti costruiamo strumenti musicali

Share

La maestra Zina ci ha inviato la descrizione dell’attività relativa alla costruzione degli strumenti musicali con materiale di riciclo che ha svolto nella sua scuola.

    L’attività è nata per un duplice motivo. Si sa che i bambini sono molto attratti dalla musica e amano  cimentarsi nel suono degli strumenti musicali e in particolar modo di quelli a percussione. Allora, perché non far cimentare i bambini nella costruzione dei propri strumenti musicali, stimolando allo stesso tempo curiosità, autonomia, collaborazione?

Continua a leggere

La prima lezione di musica della maestra in classe terza

Share

immagine metallofono

La maestra Lucrezia ci ha inviato la sua prima lezione di Musica realizzata in una classe terza della scuola primaria. Ha deciso di iniziare il percorso didattico con lo strumento musicale, il metallofono. In accordo con la programmazione, ha pensato di realizzare questo piccolo percorso musicale per la sua classe (che avrà solo fino a maggio)  per cercare di lasciare qualcosa di concreto ai suoi giovani allievi… e dalle premesse, l’entusiasmo dei suoi giovani allievi è già alle stelle! Continua a leggere

lezione 5 con le note colorate; crome col minuetto di bach

Share


Ormai i nostri bambini sono espertissimi e riescono a leggere agevolmente tutte le note colorate sul nostro maxi-pentagramma grazie al metodo “Metallofono, note a colori“.

cropped-cropped-scala-dei-colori.jpg


Oggi vi propongo un brano “classico” tratto dalla quinta sezione del metodo, quella più complessa! Presentiamo una nuova “difficoltà” da superare: parliamo della nota metà di 1 che nella teoria della musica è chiamata “croma”. Come già spiegato negli scorsi appuntamenti con le note colorate che presentano il nostro metodo,

—–  la prima lezione la trovi QUI ,

la seconda lezione la trovi QUI,

la terza lezione la trovi QUI,

la quarta lezione la trovi QUI, —–

quando si parla di durata dei suoni con i bambini del primo ciclo della primaria evitiamo di parlare di frazioni perché i bambini non hanno Continua a leggere

Impariamo a leggere le note con la LIM

Share

Vi presento questo bellissimo applicativo, semplicissimo da utilizzare, per imparare a leggere correttamente le note musicali. Se in classe avete la LIM il gioco è ancora più divertente perchè si parte da poche note fino a completare tutte le note sul pentagramma. C’è la funzione di avanzamento di livello (sulla destra) e la funzione di segnalazione di errori (sulla sinistra). Non vi resta che provare! Chi è il più bravo della classe?? Continua a leggere